Puoi lavorare come Counselor Familiare

CORSO COUNSELOR FAMILIARE

Counselor Familiare

Unisce IO + IO.. = NOI famiglia

Diventa Counselor Familiare, la qualifica professionale riconosciuta che ti permette di lavorare con le famiglie, un professionista consapevole della relazione d’aiuto che trasmette consapevolezza, è dentro la famiglia, gestisce le emozioni, facilita la comunicazione perché conosce e lavora con bambini, adolescenti, figli, madri e padri.  

SPECIALIZZATI COME

COUNSELOR FAMILIARE

Diventa  Counselor Familiare, un sostegno, un aiuto che, prima di tutto  è un genitore, un papà, una mamma, un fratello, una sorella, un educatore che giorno dopo giorno, conosce a fondo  le dinamiche familiari e il valore della famiglia,  è dentro e sa cogliere gli aspetti più delicati e sensibili, favorendo il dialogo e la relazione tra partner e nel rapporto genitori figli.

Diventa un punto di riferimento nella famiglia, l’ambiente in cui  uomini e donne creano un legame profondo nella propria vita, il luogo per eccellenza della relazione e  del  confronto tra partner, genitori, figli, in cui si formano  caratteri, stili di vita, pensieri e si manifestano delusioni, scontri, disagi, stress, solitudine abbandono e  violenza.

Aiuta i genitori nel loro difficile compito di educatori e sostieni i figli in difficoltà ad essere consapevoli che centrandosi, sentendosi e cambiando la percezione dei problemi possono affrontare le paure e trasformare la propria vita per migliorarla.

 

IL TIROCINIO LAVORATIVO COME COUNSELOR FAMILIARE Il primo passo verso una professione consapevole

Un passo fondamentale da  intraprendere la professione del Counselor Familiare è il TIROCINIO LAVORATIVO che va affrontato con il piede giusto, scegliendo una struttura pubblica o privata subito disponibile, vicina, compatibile con i tuoi impegni, specializzata con famiglie, genitori, madri, padri affidabile nella qualità del servizio. 

couselor_familiareIL TIROCINIO LAVORATIVO del Counselor Familiare è un periodo di esperienza pratica guidata presso la struttura prescelta, è il momento più significativo del percorso, in cui si è chiamati a sperimentare nella pratica quanto si è appreso in teoria. E' l'occasione giusta per dimostrare a sé stessi di sapersi assumere con consapevolezza precise responsabilità e di sapersi identificare nel proprio ruolo di Counselor Familiare ma anche un momento rivelatore per valutare la corrispondenza tra le competenze acquisite e le difficoltà quotidiane dell'impiego di couseling Familiare. 

La durata del tirocinio come Counselor Familiare è di 150 ore: un periodo che  ti consente di vivere un'esperienza il più possibile  completa e formativa, utile per raggiungere quel livello di professionalità che lo studio da solo non può garantire. Durante il tirocinio come Couselor Familiare  impari a svolgere, sotto la supervisione di un responsabile interno alla struttura e dell'istituto, le mansioni previste per la specializzazione prescelta in modo da ottenere competenze e un grado di preparazione completo dalla conoscenza all'operatività. L'esperienza di tirocinio di Couseling  rappresenta una verifica concreta della effettiva corrispondenza fra la preparazione teorica e le richieste delle famiglie, dei figli  verso il quale è indirizzata l'attività di ascolto, aiuto e assistenza. 

 Il Tirocinio Lavorativo come Counselor Familiare è un reale inserimento nel mondo del lavoro, un modo per metterti alla prova e per verificare concretamente le tue scelte professionali ed acquisire competenze e professionalità quel valore aggiunto  che potrà arricchire il tuo Curriculum. Comincia fin da subito un’importante esperienza lavorativa con le famiglie.

Abbiamo creato una rete di 9.500 enti pubblici e privati convenzionati presenti su tutto il territorio italiano

scegli la struttura più vicina a te, nella tua zona di residenza,  comincia fin da subito il TIROCINIO LAVORATIVO come Counserlor Familiare e acquisisci le competenze richieste per diventare un professionista della relazione d’aiuto e lavorare come Counselor Familiare.

SCOPRI LA FAMIGLIA. PERCHE' E' RICHIESTA LA FIGURA DEL COUNSELOR FAMILIARE? 

Perchè diventare COUNSELOR FAMILIARE 

Le scelte, le relazioni  e le unioni delle persone, le modalità in cui vive e le regole, i patti che sottoscrive la famiglia di oggi, sono un riflesso del cambiamento che sta avvenendo nella società e quindi nell’uomo condizionato dalla crisi e dall’evoluzione della nuova era.

Uno dei tanti cambiamenti  forse il più discusso è la crisi economica, lo dimostrano 1 milione e 130mila famiglie che sono senza reddito o che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese con lo stipendio di uno solo dei partner, situazioni che in famiglia creano forti tensioni, frustrazione, insoddisfazione e depressione mettendo in discussione anche i legami più duraturi.

 Un altro significativo cambiamento che sta avvenendo in famiglia è la costante crescita dei divorzi 54.456  e separazioni 85.945 con la conseguente diminuzione del numero dei matrimoni. Oggi 900.000 famiglie parlano di convivenza: 1.000.000 sono coppie di fatto e nel  86,1% dei casi sono famiglie formate da 1 solo genitore donna e solo nel 10% da uomo.

Nonostante i forti cambiamenti un problema che purtroppo persistente è quello della violenza domestica, oltre 400mila bambini in famiglia hanno assistito a episodi di violenza: il 45,6% delle donne subisce una violenza di cui 11,3% rivolta anche contro i figli, il 96% dei violenti sono uomini della  famiglia stessa, mariti, conviventi, fidanzati o ex, padri o fratelli.

Una grandissima scelta di umanità e unità da prendere come esempio sono le adozioni che però nel 60% non sono assistite e circa 7.000 bambini adottati sono lasciati soli insieme alla famiglia adottiva.

La tua qualifica attraverso il percorso del COUNSELOR FAMILIARE

Il percorso di Counselor Familiare ti dà la possibilità di acquisire una qualifica professionale riconosciuta per lavorare con le famiglie.
Richiedi subito informazioni gratuite e senza impegno compilando il form

Vive la vita nel sentire, conosce la differenza tra pensare ed essere, disciplina la mente, i pensieri e analizza i problemi della famiglia. Responsabile nella vita e nel lavoro, il Counselor Familiare è una scelta di vita al servizio della crescita e della consapevolezza
nel cambiamento che sta avvenendo nelle famiglie che nel corso degli anni sono cambiate tantissimo assumendo sempre nuove dinamiche.

counselor_familiareIl Corso Professionale di Counselor Familiare è un percorso di crescita personale; attraverso lo studio di diverse metodologie e l’ esperienza  pratica del tirocinio, impari a conoscerti meglio e a sentire, a scoprire le proprie capacità e forza interiore.  Quando si presenta un problema in famiglia, dalla crisi coniugale all’adozione, dalla violenza domestica alla perdita del lavoro da parte di un partner il
Counselor Familiare non subisce vivendo il problema stesso ma reagisce, cambia la percezione del problema, si distacca, si eleva ,si centra e mette tutta la sua attenzione internamente attingendo alla propria illimitata forza interiore.

Fai emergere le potenzialità e talenti per trasmettere consapevolezza, forza e coraggio diventando una figura professionale educativa all’interno delle famiglie.

 Il Counselor Familiare contribuisce ad elevare il livello di coscienza dei ragazzi e dei genitori, non crea dipendenza ma trasmette mezzi, metodi e risorse che permettono di acquisire consapevolezza. 

Ricordiamoci che si ha in ogni momento e in ogni situazione, la possibilità di scegliere, di assumersi le responsabilità di se stessi per trasformare, cambiare e liberare la propria vita diventando  indipendenti, pazienti, determinati, consapevoli. 

Il cambiamento avviene solo agendo, prendendo in mano la propria vita con attenzione e impegno costante. L’unica vera libertà è il diritto di essere responsabilmente se stessi in famiglia, nel rapporto di coppia, durante l’attesa di un bambino, nella crescita ed educazione dei figli ovunque e sempre.

La consapevolezza, l’ amore  per l’umanità, non si dimostrano con le intenzioni ma agendo, diventare  Counselor familiare infatti vuol dire:

TRASFORMARE con amore, tenerezza e armonia i momenti difficili come litigi, separazioni, rifiuti, crisi economiche, aggressioni, violenze, umiliazioni e abbandoni tra partner , tra genitori figli con i loro problemi disagi, insicurezze, paure, pensieri nelle relazione di tutti i giorni.

FAVORISCI il dialogo tra genitori e figli soprattutto durante il difficile periodo dell’adolescenza in cui i ragazzi assumono un atteggiamento scontroso e irascibile nei confronti dei genitori, un andare contro, un rifiuto istintivo di modelli educativi familiari,  nella convinzione e illusione di essere migliori, grandi, liberi e indipendenti.

TRASMETTI consapevolezza e le modalità di percepire il cambiamento che avviene a genitori e figli, attraverso scelte consapevoli dirigi l’attenzione  nella ricerca del proprio stile di vita, nell’essere unico e divino, non nell’imposizione dettata dal volere di altri o un’ imitazione di modelli  banali e deludenti proposti da una società condizionata, corrotta e conformista.

SOSTIENI il valore della famiglia  e dello stare insieme con armonia, gioia , amore  rispetto e verità , aiutali a sostenersi a vicenda nel  bene e nel male  nella salute e nella malattia, nel faticoso cammino della vita, nelle varie esperienze di trasformazione dalla nascita alla crescita fino alla morte nei diversi ruoli da sperimentare come figli fratelli  genitori e nonni, compagni mariti e mogli.

INTERVIENI nei meccanismi abitudini, mentali, attaccamenti, condizionamenti, sensi di colpa che ci portiamo dietro: impara a mettere in evidenza e a riconoscere le dinamiche di relazione, la formazione della coppia, la genitorialità biologica o adottiva, le tematiche, eventi, coincidenze, problemi, esperienze che si tramandano di generazione in generazione, di famiglia in famiglia, da nonna a madre a figlia portandole a livello conscio, riconoscendole per quello che sono e osservandole senza giudizio favorendo un cambiamento nel profondo degli individui.

AUMENTA il livello di consapevolezza nei bambini, adolescenti, figli, figlie, fratelli, sorelle, madri e padri affinché imparino a sentire e cercare in se stessi le risposte ai problemi conoscendosi e fidandosi delle proprie intuizioni. Fa si che i propri sistemi di guida smettano di essere cercati all’esterno nei falsi modelli illusori aumentando la fiducia in se stessi e la capacità di autoguidarsi

AIUTA i genitori in difficoltà con i piccoli e grandi doveri familiari a riscoprire valori come il rispetto, l’ascolto reciproco e la comprensione durante i periodi difficili della famiglia, promuovi la libertà d’essere se stessi di ogni individuo della famiglia e sii promotore  della forza permanente della famiglia che è unione e amore.

SBLOCCA la paura e incoraggia le famiglie ad affrontarla e a non fermasi: per paura si intende, la paura delle conseguenze di scelte sbagliate da parte di genitori e figli, la paura della separazione, paura del tradimento, paura del proprio partner, paura dei figli di non essere accettati, rifiutati o abbandonati. Non c’è nulla di male nell’avere paura, è un meccanismo naturale, una situazione di disagio che si manifesta difronte a una situazione che non conosciamo Il problema non sta tanto nell’avere paura, quanto nel saperla gestire. Se non gestita uccide la creatività, la voglia di fare, l’iniziativa, l’azione.La paura è soltanto una creazione della mente, il modo più semplice per superarla e avere il coraggio di affrontarla: nel momento in cui lo facciamo la annulliamo.

AUMENTA la capacità di creare nuovi, differenti e più efficaci modi di risolvere i problemi aiutando le famiglie a vedere con attenzione profonda le cose da nuove e differenti angolazioni utilizzando la creatività come risorsa fondamentale per costruire e inventare soluzioni con consapevolezza e responsabilità

FORNISCI gli strumenti che permettano ai genitori e ai figli di assumersi le proprie responsabilità, analizzando e affrontando le situazioni nei momenti difficili, trovando le decisioni da prendere senza incolpare il partner, i figli stessi o i genitori, parenti o fatti esterni come causa della proprie sofferenza senza voler illudersi cambiare gli altri per stare bene. Ogni volta che si fugge da una responsabilità che viene data, l’anima si chiude e perde forza, solo tu puoi scegliere come stare, come vivere e chi essere grazie alla piena responsabilità della tua vita.

RICHIEDI INFORMAZIONI
PER SVOLGERE IL TIROCINIO

Quando penso alla famiglia, penso sempre ad un nucleo di persone che vivono nell'amore e che si mescolano l'un l'altro per vivere in armonia. Questo è ciò che mi spinge a diventare counselor Familiare; sono in formazione adesso e sto svolgendo un tirocinio presso uno studio privato; affianco una professionista meravigliosa che mi sta dando tantissimo. Non vedo l'ora di cominciare a lavorar da sola..perchè c'è tanto da fare. GRAZIE

Martina S., Siracusa
Counselor Familiare

Il sorriso è uno dei saluti che amo utilizzare con i miei clienti; perlopiù nella famiglia sono specializzato nei rapporti genitori- figli, forse perchè da ragazzino non ho avuto i genitori, compltemante assenti, e ciò mi ha segnato tantissimo. Non riuscivo ad accettarlo..poi però, diciamo "per caso" ho scoperto il percorso di Counselor Familiare..ho rivissuto tutto...ho lavorato moltissimo su me stesso..per quasi due anni ho lavorato in un centro per adolescenti con problemi..oggi ho uno studio tutto mio...e sento di dover fare ancora tanto..

Lorenzo M, Bologna
Counselor Familiare

Sono sposata da tre anni con un fiorentino doc. Mi sono trasferita per amore dalla Calabria..quindi se non credo nella famiglia sarebbe il colmo. Li ho cominciato il mio percorso di counselor familiare..seguivo delle famiglie che avevano problemi di comunicazione. E' stato altrettanto semplice inserirsi nel tessuto fiorentino e cominciare a lavorare anche qui. Consapevolezza, amore e pazienza..ecco gli ingredienti base di una famiglia...

Elisa S, Firenze
Counselor Familiare

INFORMATI GRATUITAMENTE E SENZA IMPEGNO Clicca qui