Puoi lavorare come Counselor Socio Assistenziale

Diventa un punto di riferimento nella società, ma più nello specifico nella città, provincia, nel quartiere e nelle abitazioni dove si vivono esperienze, emozioni, sentimenti, amicizie, amori, per le persone che ogni giorno si relazionano e sperimentano  diversi ruoli di vita  come uomini, donne, bambini, adolescenti, anziani e disabili liberando e trasformando tutte le paure, superando problemi, solitudini, emarginazioni e violenze; conosci le organizzazioni, gli aspetti, le problematiche, le esigenze più nascoste di chi vive nel disagio e nella paura di non farcela.

Il Corso di Counselor Socio Assistenziale è un percorso di crescita personale; attraverso lo studio di diverse metodologie e l’ esperienza  pratica del tirocinio, impari a conoscerti meglio e a sentire, a scoprire le proprie capacità e forza interiore.

Fai emergere le potenzialità e talenti per trasmettere consapevolezza, forza e coraggio diventando una figura professionale educativa all’interno degli cooperative sociali, case di cure, centri di accoglienza, organizzazioni e strutture socio assistenziali.

IL TIROCINIO LAVORATIVO COME COUNSELOR SOCIO ASSISTENZIALE Il primo passo verso il settore Socio Assistenziale

Un passo fondamentale da  intraprendere la professione del Counselor Socio Assistenziale è il TIROCINIO LAVORATIVO che va affrontato con il piede giusto, scegliendo una cooperativa sociale, una casa di accoglienza, un centri di riabilitazione o struttura di accoglienza pubblica e privata subito disponibile, vicina, compatibile con i tuoi impegni, specializzata prevalentemente con adolescenti, anziani, disabili

corso_di_counselor_socio_assistenzialeIL TIROCINIO LAVORATIVO del Counselor Socio Assistenziale è un periodo di esperienza pratica guidata presso la struttura prescelta, è il momento più significativo del corso, in cui si è chiamati a sperimentare nella pratica quanto si è appreso in teoria. E' l'occasione giusta per dimostrare a sé stessi di sapersi assumere con consapevolezza precise responsabilità e di sapersi identificare nel proprio ruolo di Counselor Socio Assistenziale ma anche un momento rivelatore per valutare la corrispondenza tra le competenze acquisite e le difficoltà quotidiane dell'impiego di Couseling Socio Assistenziale.

La durata del tirocinio lavorativo come Counselor  Socio Assistenziale è di 150 ore: un periodo che  ti consente di vivere un'esperienza il più possibile completa e formativa, utile per raggiungere quel livello di professionalità che lo studio da solo non può garantire. Durante il tirocinio lavorativo come Couselor Socio Assistenziale impari a svolgere, sotto la supervisione di un responsabile interno alla struttura e dell'istituto, le mansioni previste per la specializzazione prescelta in modo da ottenere competenze e un grado di preparazione completo dalla conoscenza all'operatività. L'esperienza di tirocinio lavorativo di Counseling Socio Assistenziale rappresenta una verifica concreta della effettiva corrispondenza fra la preparazione teorica e le richieste di pazienti, operatori sanitari, medici, infermieri, osa, oss e famiglie  verso il quale è indirizzata l'attività di ascolto, aiuto e assistenza.

Il Tirocinio Lavorativo come Counselor Socio Assistenziale è un reale inserimento nel mondo del lavoro, un modo per metterti alla prova e per verificare concretamente le tue scelte professionali ed acquisire competenze e professionalità quel valore aggiunto che potrà arricchire il tuo Curriculum. Comincia fin da subito un’importante esperienza lavorativa con studenti di tutte le età lavorando negli ospedali, nelle cliniche, negli studi medici, nelle strutture pubbliche e private etc..

Abbiamo creato una rete di 9.500 enti pubblici e privati convenzionati presenti su tutto il territorio italiano; scegli la struttura più vicina a te, nella tua zona di residenza,  comincia fin da subito il TIROCINIO LAVORATIVO come Counserlor Socio Assistenziale e acquisisci le competenze richieste per diventare un professionista della relazione d’aiuto e lavorare come Counselor Socio Assistenziale.

SCOPRI IL SETTORE SOCIO ASSISTENZIALE. PERCHE' E' RICHIESTA L'ASSISTENZA OGGI? 

Perchè diventare COUNSELOR SOCIO ASSISTENZIALE 

La solitudine riguarda quasi 4 milioni di italiani, quasi il 43% della popolazione non è autosufficiente e 1 persona su 3 si sente emarginato dal contesto sociale in cui vive.

Aumentano le persone che stanno acquisendo consapevolezza e che riconoscono le loro problematiche ma hanno bisogno di un aiuto concreto su cui contare: sono circa 20 milioni gli anziani nel nostro paese, fragili e soli che sono lasciati ai margini della società, che si sentono un peso per le famiglie, inutili, depressi, malinconici e abbandonati.

Circa 10.000 gli adolescenti che abbandonano la scuola, per inseguire non si sa che cosa…. oppressi da genitori, docenti, educatori, che subiscono i condizionamenti per inseguire il potere creato da un società illusoria e corrotta, faticano ad entrare in profondità e a comprendere e definire i veri valori della propria identità.

Sono  23.000 mila i disabili abbandonati, angosciati ed emarginati impossibilitati a superare le barriere architettoniche per avere il diritto di  inserirsi  nella società a scuola o nel lavoro e  più di  40 milioni di persone subiscono problemi, difficoltà, crisi paure blocchi, chiudendosi in se stessi, vergognandosi , colpevolizzandosi senza avere il coraggio di chiedere aiuto.

La tua qualifica con il percorso del COUNSELOR SOCIO ASSISTENZIALE

Il Corso Professionale di Counselor Socio Assistenziale ti dà la possibilità di acquisire una qualifica professionale riconosciuta per lavorare nel settore socio assistenziale e nel coaching. Richiedi subito informazioni gratuite e senza impegno compilando il form

counselor_socio_assistenzialeIl Counselor Socio Assistenziale è un professionista consapevole della relazione d’aiuto che trasmette consapevolezza  perché  conosce e lavora nell’ambito socio assistenziale con bambini, adolescenti, anziani, disabili, operatori socio assistenziali, operatori dell’assistenza, educatori, pedagogisti, psicologi, assistenti domiciliari e operatori nel settore.

Vive la vita nel sentire, conosce la differenza tra pensare e sentire, disciplina la mente, i pensieri e analizza i problemi della scuola. Responsabile nella vita e nel lavoro, il Counselor Socio Assistenziale è una scelta di vita al servizio della crescita e della consapevolezza nei veloci cambiamenti  che stanno avvenendo nella società, nelle persone.

Quando si presenta un problema, il counselor non subisce vivendo il problema stesso ma reagisce, cambia la percezione del problema, si distacca, si eleva, si centra e mette tutta la sua attenzione internamente attingendo alla propria illimitata forza interiore.

Aiuta bambini, adolescenti, anziani, disabili, uomini e donne in difficoltà ad essere consapevoli che centrandosi, sentendosi e cambiando la percezione dei problemi possono affrontare le paure e trasformare la propria vita.

Il Counselor Socio Assistenziale contribuisce ad elevare il livello di coscienza di bambini, adolescenti, anziani, disabili, operatori socio assistenziali degli educatori, non crea dipendenza ma trasmette mezzi, metodi e risorse che permettono di acquisire consapevolezza.

Ricordiamoci che si ha in ogni momento e in ogni situazione, la possibilità di scegliere, di assumersi le responsabilità di se stessi per trasformare, cambiare e liberare la propria vita diventando indipendenti, pazienti, determinati, consapevoli. Il cambiamento avviene solo agendo, prendendo in mano la propria vita con attenzione e impegno costante. L’unica vera libertà è il diritto di essere responsabilmente se stessi ovunque e sempre.

La consapevolezza, l’amore per l’umanità non si dimostra con le intenzioni ma agendo, diventa Counselor Socio Assistenziale e:

TRASFORMA con amore consapevolezza,  pazienza e dedizione le problematiche e le difficoltà dei ragazzi durante il periodo dell’adolescenza e di crescita, la paura di ammalarsi di morire, di rimanere soli degli anziani; i limiti le barriere dei disabili, la solitudine e la paura diffusa nelle persone.

CREA con entusiasmo e determinazione azioni di sostegno, assistenza, di relazione dialogo e confronto, nelle strutture socio assistenziali, nei centri di accoglienza minori, nelle cooperative sociali , nelle strutture pubbliche e private per disabili, anziani, multiculturali, con consapevolezza, creatività , passione, impegno e  motivazioni, migliora la qualità della vita di bambini, adolescenti, anziani, disabili, donne e uomini  valorizza l’unicità delle persone, creando fiducia in se stessi e facendo emergere risorse, talenti potenzialità  di ogni individuo con responsabilità  e consapevolezza.

PARTECIPA attivamente alla trasformazione e alla crescita consapevole e responsabile di bambini, ragazzi, adolescenti seguendoli nelle loro attività, durante il rapporto con la famiglia e compagnie di amici, rompi la solitudine degli anziani e stimola l’intelligenza  attraverso il dialogo e l’ascolto per evitare che si avviliscano; libera dai giudizi e dall’ emarginazione la vita dei disabili limitati da situazioni in cui vivono, e si consapevole che la diversità non è un limite ma un valore aggiunto da trasmettere, una risorsa indispensabile per la crescita individuale e sociale in quest’epoca.

TRASMETTI consapevolezza e conoscenza dei mezzi e delle modalità per percepire i veloci cambiamenti che stanno avvenendo, nel mondo, in ogni persona e ambito sociale, dirigi l’attenzione internamente nella ricerca del proprio stile di vita, favorisci un processo di riscoperta di se stessi, per elevarsi e sintonizzarsi su nuove e gratificanti frequenze, sostieni la fiducia di sentirsi per essere se stessi.

INTERVIENI nei meccanismi abitudini, mentali, attaccamenti, condizionamenti, sensi di colpache le persone subiscono e si portano dietro: impara a mettere in evidenza e a riconoscere le dinamiche di relazione, tematiche, eventi, problemi, disagi esperienze che si tramandano di generazione in generazione, di famiglia in famiglia, da nonna a madre a figlia portandole a livello conscio, riconoscendole per quello che sono, osservandole senza giudizio favorendo così un annullamento di esse con un profondo cambiamento negli individui.

ELEVA il livello di consapevolezza e responsabilità nei bambini, adolescenti, ragazzi, anziani, disabili e adulti per imparare a vivere nel sentire, a cercare e trovare solo in se stessi le risposte ai problemi fidandosi delle proprie intuizioni. Fa si che i propri sistemi di guida smettano di essere cercati all’esterno nei falsi modelli illusori aumentando la fiducia in se stessi e la capacità di autoguidarsi

POTENZIA la capacità di creare nuovi, differenti e più efficaci modi di risolvere i problemi aiutando a vedere con attenzione profonda le cose da nuove e differenti angolazioni utilizzando la creatività come risorsa fondamentale per costruire, inventare e trovare soluzioni con consapevolezza e responsabilità.

SBLOCCA la paura e incoraggia le persone ad affrontarla per non fermasi: per paura si intende, la paura di crescere, di affrontare nuove esperienze, di restare da solo, di essere un peso della famiglia, di morire, di non essere utile, di non poter realizzare se stessi. Non c’è nulla di male nell’avere paura, è un meccanismo naturale, una situazione di disagio che si manifesta difronte a una situazione che non conosciamo. Il problema non sta tanto nell’avere paura, quanto nel saper gestire la paura. Se non gestita limita la creatività, la voglia di fare, l’iniziativa, l’azione. La paura è soltanto una creazione della mente, il modo più semplice per superarla e avere il coraggio di affrontarla e nel momento in cui lo facciamo la annulliamo.

FORNISCI gli strumenti che permettano a bambini, adolescenti, anziani, disabili e tutte le persone sole ed emarginate in cercar di aiuto, di sostegno e comprensione, per analizzare e affrontare   le situazioni nei momenti difficili, assumendosi le proprie responsabilità,  trovando le decisioni da prendere senza incolpare problemi, malattie, docenti, genitori, persone  o fatti esterni come causa della proprie sofferenza senza voler illudersi di cambiare gli altri per stare bene. Ogni volta che si fugge da una responsabilità che viene data, l’anima si chiude e perde forza, solo tu puoi scegliere come stare, come vivere e chi essere grazie alla piena responsabilità della tua vita.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI
PER SVOLGERE IL TIROCINIO

Il Counselor è una professione ancora poco conosciuta in Italia; io l'ho scoperta per caso mentre accompagnavo mia mamma presso una cooperativa sociale a far degli incontri. Ho conosciuto Chiara, una Counselor meravigliosa e da li ho capito che era quella la mia strada. Oggi sono Counselor Socio Assistenziale, sono felice, serena e consapevole della mia vita

Elena B, Rovigo
Counselor Socio Assistenziale

Mi chiamo Leo, ero un OSS, oggi un Counselor Socio Assistenziale. Ho intrapreso questo percorso perchè avevo bisogno di cambiare di sentirmi di nuovo me stesso...e ci sono riuscito. Sono soddisfatto della mia professione e adesso lavoro nella casa di Cura qui a Roma, con una marcia in più.

Leo P, Roma
Counselor Socio Assistenziale

Ascolto è la mia parola preferita. La mia professione si fonda sull'ascolto e io amo farlo con tutto il mio cuore. Ogni giorno mi relaziono con tante ragazze madri giovani che hanno bisogno di sostegno e aiuto, ma soprattutto ascolto. Non passa giorno in cui ringrazio per il percorso che ho intrapreso cominciando il corso di Counselor Socio Assistenziale

Annamaria S, Pavia
Counselor Socio Assistenziale

INFORMATI GRATUITAMENTE E SENZA IMPEGNO Clicca qui